Il sistema dei partiti. Bipolarismo e multipartitismo, gli effetti del sistema elettorale

Ieri, martedì 16 febbraio, ha avuto luogo il secondo incontro su temi istituzionali, promosso dal R.C. Roma, in interclub con il R.C. Roma Nord Ovest, sull’argomento: “Il sistema dei partiti.  Bipolarismo e multipartitismogli effetti del sistema elettorale”. 

Il Presidente del R.C. Roma, Antonio Diso, ha aperto la riunione, affiancato da Carlo Fucelli Pessot Del Bo Presidente del R.C. Roma Nord Ovest. 

Ha introdotto il tema Gianclaudio De Cesare, socio del R.C. Roma Nord Ovest, ricordando che in precedenza, il 21 gennaio scorso, si era svolto il primo incontro su temi istituzionali dal titolo: “Il sistema delle leggi elettorali in Italia: dal proporzionale al maggioritario … e ritorno”, organizzato, sempre in Interclub, fra i R.C. di Roma, il R.C. Civitavecchia e il R.C. Roma Nord Ovest, con la partecipazione dei Proff. R. D’Alimonte e L. Ciaurro.

Il socio Gianclaudio De Cesare ha osservato che il bipolarismo, introdotto nella costituzione in senso materiale in Italia dopo la drammatica crisi sociopolitico e istituzionale del 92/94, era caratterizzato dalla contrapposizione fra due poli o coalizioni, guidate da leader che si confrontavano sui media, fra i quali era realizzata per la prima volta la effettiva alternanza al potere di legislatura in legislatura.

L’importante intervento dei due relatori il professore Cesare San Mauro di Roma e il professore Paolo Caretti di Firenze, ha portato un essenziale arricchimento culturale sul tema. 

Cesare San Mauro ha sottolineato i caratteri dei diversi sistemi elettorali adottati in Europa, dal proporzionale al maggioritario e al misto fra i due, specificando di preferire il sistema elettorale francese, con collegio uninominale a due turni con ballottaggio finale.

Paolo Caretti ha descritto con precisione e nei dettagli lo sviluppo – a livello sia storico che politico – del bipolarismo, chiarendo i termini con i quali è sorta la crisi del sistema stesso. 

Il dibattito a seguire è stato molto denso di cultura, di attualità e storia, e ha visto intervenire molti soci dei due club. La socia del R.C. Roma Nord Ovest, Alessandra Pacchelli, fra i primi ad entrare nel dibattito, ha presentato una propria analisi del sistema delle coalizioni e delle varie leggi elettorali. 

Gianclaudio De Cesare ha ricordato che il terzo incontro su temi istituzionali è previsto per giovedì 25 marzo e riguarderà la relazione del prof. Nicola Lupo, suo collega alla LUISS, sul tema: “i governi fra tecnici e politici”, con un evidente riferimento al governo Draghi. Sempre a seguire il dibattito aperto ai partecipanti.

Radio radicale ha chiesto di trasmettere il nostro dibattito ed è stato un onore e un piacere dire SI!

Un saluto Rotariano e un ringraziamento a Luigi Ciaurro, Roberto D’Alimonte e Nicola Lupo che parlerà la prossima volta, giovedì 25 marzo, sul tema “i Governi fra tecnici e politici”. 

Un saluto agli studenti del Seminario Studi e Ricerche Parlamentari di Firenze – la prima scuola di studi post-laurea nata in Italia.

Un saluto Rotariano e un ringraziamento speciale ai presidenti Antonio Diso e Carlo Fucelli Pessot Del Bò, a Gianclaudio De Cesare, a Cesare San Mauro, a Paolo Caretti e a tutti i partecipanti alla splendida serata.

Leggi il comunicato stampa.