Conviviale del 30 Gennaio 2014

Giancarlo Tammaro: concerto in memoria di Roberto Murolo

L’ing. Giancarlo Tammaro (vedi CV) mentre leggeva la biografia si soffermava su alcune delle più belle canzoni del repertorio di Murolo e accompagnandosi con la sua chitarra ce le ha proposte.

Giancarlo Tammaro 30 01 2014 (1)Roberto Murolo (nasce a Napoli nel 1912 e muore sempre a Napoli nel 2003) è fra  i maggiori protagonisti insieme a Sergio Bruni e Renato Carosone della canzone napoletana, nel periodo che va dal secondo dopoguerra al 1960. Studia chitarra e nel 1933 inizia a cantare nel gruppo vocale Mida Quartet, ispirato agli americani Mills Brothers. Il Mida Quartet trascorre all’estero otto anni, dal 1938 al 1946, cantando in Germania, Bulgaria, Grecia, Ungheria e Spagna. Tornato in patria dopo la fine della guerra, Murolo inizia la carriera esibendosi al Tragara Club di Capri: la sua voce seducente e intonata incontra subito il favore del pubblico cantando Munasterio ‘e Santa Chiara, Tammurriata nera, Scalinatella e altri successi napoletani.

La radio diffonde in tutta Italia la sua voce e inizia anche l’attività cinematografica (1049 -1953): Catene con Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson, Paolo e Francesca, Tormento, Menzogna, Saluti e baci.

Dal 1956 Murolo studia a fondo il repertorio partenopeo a partire dal 1200 pubblicando un Antologia cronologica della canzone partenopea e scrive sue nuove canzoni: O ciucciariello (1951), Torna a vucà (1958), Sarrà… chi sà! (1959),  Scriveme (1966).

A partire dal 1969 pubblica quattro album monografici su i grandi della canzone napoletana: Salvatore Di Giacomo, Ernesto Murolo, Libero Bovio ed E. A. Mario. In età avanzata torna alla ribalta con l’album ‘Na voce, ‘na chitarra (1990), in cui interpreta canzoni di altri autori, tra cui Spassiunatamente di Paolo Conte, Lazzari felici di Pino Daniele, Senza fine di Gino Paoli, e anche  Caruso con Lucio Dalla al pianoforte e Ammore scumbinato in coppia con Renzo Arbore.

In occasione del suo ottantesimo compleanno esce Ottantavoglia di cantare (1992)con i duetti Don Raffaè con Fabrizio De André e Cu’ mme con Mia Martini, Na tazzulella ‘e cafè con Renzo Arbore e Basta ‘na notte con Peppino Di Capri.

Il Presidente Oscar Luigi Scalfaro lo nomina Grande Ufficiale della Repubblica (1995) e Carlo Azeglio Ciampi Cavaliere di gran croce (2002). Nel marzo 2002, durante il Festival di Sanremo, Murolo riceve il premio alla carriera. In occasione del suo novantesimo compleanno RaiSat Album gli dedica uno special Roberto Murolo Day – Ho sognato di cantare condotto da Renzo Arbore.

Giancarlo Tammaro 30 01 2014 (8)

Presenti 40

Il cantante, Gianmarco Tammaro, era accompagnato dalla sig.ra Celeste.

Visitors: Maria Carla Di Paolo, Past President del RC Roma Palatino e Livia Dalmasso, socio del RC Roma Casalpalocco.