Presidente Carlo FUCELLI PESSOT DEL BO’
ROTARY CLUB ROMA NORD OVEST

Cari Amici, Cari Soci,

questa sera il Rotary prevede che il Presidente in carica presenti la Programmatica cioè quanto vorremmo, esaminate le necessità del Club e avendo ben chiare le linee guida del nostro Distretto e del Rotary International, fare nel nostro anno rotariano.

Per un problema all’audio non tutti hanno potuto sentire la mia Programmatica e quindi l’ho scritta e ve la invio. Consentitemi però di poterVi partecipare dell’evento a cui ho partecipato stamane (16 luglio) presso il Centro Militare dei Lancieri di Montebello sede anche del nostro CRE, il “Centro Riabilitazione Equestre” che da anni contribuisce al recupero psicofisico di bambini cerebro-lesi che raggiungono con il cavallo un recupero e comunque “bambino e cavallo “ hanno un’intesa che tocca il cuore. La firma dell’accordo, Stato Maggiore Difesa e CRE, grazie alla perseveranza di Patrizio Amore e Carmelita Correa, riguarda la volontà del nostro Esercito di utilizzare il CRE per il recupero di nostri militari colpiti da incidenti bellici e traumi psicofisici. Era presente la prima benefattrice del CRE, la Contessa Antonia Maria Cantuti di Castelvetri con il marito.

Il marito è già Socio Onorario del Nord Ovest e con il prossimo Consiglio Direttivo proporrò che anche Antonia Maria divenga Socia Onoraria del Nord Ovest. Ho voluto iniziare la mia programmatica con questa importante comunicazione per dirVi cosa significa essere rotariani, cosa che i Soci ben conoscono e, speriamo, che i candidati Soci imparino presto.

Il CRE e’ una realtà rotariana del nostro Club, nata dalla volontà di un Socio rotariano fondatore del Nord Ovest 40 anni fa: il Generale Girolamo de Marco. Il nostro Governatore, presente alla manifestazione, ci ha suggerito di presentare il CRE nell’ambito delle “Sovvenzioni Globali” nel circuito rotariano International; le due Presidenti di Commissione, Daniela Narciso (Progetti) e Carmelita Corea (CRE) si sono messe all’opera oggi stesso.

La squadra di questo anno rotariano e le commissioni le troverete assieme a questa relazione.

Il Nord Ovest compie 40 anni di vita e stasera Vi viene consegnato un librettino che ricorda gli ultimi 10 anni ma abbiamo in progetto di rimettere mano al librettino dei 30 anni per meglio ricordare i nostri rotariani. Presenterò gli obiettivi del Nord Ovest, comunicati ora da me come relatore e Presidente del Nord Ovest all’inizio dell’anno rotariano, partendo dalle necessità esaminate e analizzate con il Consiglio Direttivo: Patrizio Amore – Vice Presidente, Maria Carla Ciccioriccio – Segretario, Vincenzo Santarcangelo – Tesoriere, Marco Marotta – Prefetto, ed i Consiglieri in ordine alfabetico; Corea Carmelita, Di Nardo Walter, Giorgi Simone, Guasticchi Gabriella, Narciso Daniela, Signorelli Claudio e dal Past President Alessandra Ianni e dal Presidente Incoming Giuseppe ,Ibrido. A questi aggiungo i Presidenti Commissioni: Cesare Sannini – Effettivo, Carmelita Corea – Rotary Foundation, Gianclaudio De Cesare – Pubblico Interesse, Walter di Nardo – Amministrazione, Daniela Narciso – Progetti, Maria Carla Ciccioriccio – Nuove Generazioni, Chiara Landi – Delegato Rotaract, Stefania Svizzeretto – Delegato Interact, Daniela Narciso – Formazione Rotariana, Eugenio Vascon – Revisione Statuto e Regolamento del Club, Simone Giorgi – Comunicazione e rapporti con i Social e Responsabile Intellectual Tecnology, Giorgio Castellucci – Premio Casalegno, Carmelita Corea – Delegato CRE, Gabriella Guasticchi – Commissione Speciale Covid-19. Poi tutti gli amici rotariani che via zoom o altri mezzi curano la nostra cultura artistica come Stefania Svizzeretto o la nostra cultura storica come il Prof. Stelio Venceslai già Past President del Nord Ovest. Maggiori approfondimenti troverete nell’allegato delle commissioni.

Nel nostro Club la partecipazione attiva è gradita ed anzi sollecitata, è questa la strada per raggiungere un obiettivo essenziale: la condivisione dei problemi, meglio delle opportunità in piena e completa chiarezza e trasparenza e insisto sulla trasparenza che è nell’essere rotariano. Naturalmente il Rotary ha definito i goals che da sempre hanno ispirato il suo essere.

Ho riletto la mia programmatica del 2009, anno della mia prima presidenza, che si rifaceva al motto del Presidente del Rotary di quell’anno: “Testa, Cuore, Mani”e oggi, a dieci anni di distanza, il Rotary lancia il motto “Il Rotary apre alle Opportunita” il motto vuole ricordare che il Rotary, collegato con oltre 1.250.000 altri rotariani nel mondo, rappresenta una catena senza fine di contatti e possibilità di fare. L’uomo e’ sempre protagonista con il suo essere ma oggi con una sostanziale chiamata a comprendere i tempi. “Elevare il Rotary” invita i rotaractiani, i nostri figli o nipoti a diventare rotariani e con la loro gioventù possono portare innovazioni. Sono i “Millennial” che ringiovaniranno il Rotary.

Da parte nostra dobbiamo, e mi ripeto, aumentare il numero dei Soci e a coinvolgere sempre e di più i Soci Rotariani esistenti in una società più etica, e tutti assieme per formarci, direi riformarci nel nuovo Rotary, capendone meglio obiettivi e goals da raggiungere.

Un lavoro di squadra dove tutti dobbiamo capirne e certamente discuterne obiettivi e modi per raggiungerli, anche con programmi triennali, in modo che i cambiamenti, gli obiettivi, i goals siano solidi, comprensivi e accettati da tutt i, nessuno escluso. Il Rotary è un’organizzazione internazionale seria ed estremamente organizzata, direi macchina da risultati, che copre i cinque continenti. Certamente abbiamo regole, come ogni organizzazione multi task, che chiede presenza attiva alle due conviviali mensili, una che Vi proporrà temi attuali, la seconda di formazione, per conoscerci meglio e meglio conoscere il Rotary.

Chi fa parte del Consiglio Direttivo deve partecipare a tutte le riunioni, salvo assenze giustificate. Vi chiedo presenza attiva, la presenza è essenziale per crescere nel e con il Rotary. Se il Socio è coinvolto nell’attività del Consiglio Direttivo e nella costruzione di progetti charity e di service, cresce e si informa. Se non lo fa certamente abbiamo sbagliato nell’averlo individuato come un potenziale Socio e lui ha perso tempo.

Il Rotary non è una setta, non è una religione ma è certamente una associazione di Soci Etici che si pone traguardi nel campo dell’aiuto al prossimo.

Siamo Soci ma innanzi tutto siamo amici: il Tutto e’ maggiore della somma delle sue parti: Tutti siamo il Nord Ovest ma uniti ai 1.250.000 rotariani nel mondo siamo veramente una forza produttiva nell’aiuto e per tradizione siamo obbligati a darci del tu e questo significa coesione e collaborazione quindi vera e forte amicizia.

Il nostro Distretto 2080 coordina i Club di Roma, Lazio e Sardegna. Governa il Distretto per un anno Giovanbattista Mollicone, professione dentista. Cari amici, cari Soci molti di Voi sanno che sono stato chiamato a rappresentarVi per la rinuncia di una socia che ha deciso di lasciare il Club ed io come Vice Presidente, come disposto dal Regolamento del Club, l’ho sostituita.

Non ho ancora saputo le motivazioni di Rosaria, dell’abbandono L’avevo introdotta io al Rotary in quando la conoscevo perché giocavamo allo stesso golf club. Il Presidente non è solo, deve proporre obiettivi e perseguirli, deve comprendere, parlare, stare vicino ai propri Soci.

Deve guardare indietro ed imparare, deve guardare avanti e consigliare. In un programma io ho l’obbligo di sentire, anticipare e risolvere i problemi, anticipare, cercare i dirigenti di domani e proporli, nel mio anno, come dirigenti per la votazione all’Assemblea dei Soci.

Ora volendo l’aumento dei Soci è importante l’analisi dei candidati, capirne le motivazioni. Abbiamo definito in Consiglio Direttivo dei numeri che sono obiettivi di tendenza: da 42 soci ieri oggi 43 con il ritorno di Liliana Secchiaroli, prevediamo un minimo di 5 nuovi soci mese da luglio con un target di 10 soci al 30 settembre per un totale di 53 Soci.

Primo obiettivo di trimestre e poi….? Come già sapete le quote trimestrali sono diminuite da 360.00 euro a 160,00 euro, nessun costo di entrata e il costo della conviviali a carico dei Soci, due mensili di cui una in albergo di prima categoria. Abbiamo previsto una formazione continua per tutti i Soci nella nuova sede di via Flaminia 362 in concomitanza di un dinner light, sempre pagato dai soci, con un catering.

Insisto sulla formazione in chiave rotariana dove parleremo ed agiremo tutti nel coinvolgimento verso la Rotary Foundation, chiave di volta del ‘Fare Rotary’ che sviluppa in tutto il mondo charity e aiuti alle persone con il sevice dai Soci.

Quanto sopra ci richiama ai programmi che il nostro Rotary, da solo o con altri Club idea e sviluppa. Abbiamo parlato di sviluppo dell’effettivo, di aiuti verso i bisognosi, di progetti verso i più bisognosi.

Certamente sono consapevole e lo dico, che chiederemo denaro, un sostegno finanziario ai Soci ma aumentando il numero dei Soci diminuirà il contributo pro capite che vi proporremo. Rotary vuol dire Testa per pensare, Cuore per aiutare, Mani per eseguire. Cari Amici, cari Soci rotariani noi siamo questi, dobbiamo essere questi, dobbiamo realizzarci nell’ aiutare. Abbiamo eradicato la Polio, stiamo lavorando per contribuire a debellare il Covid 19, abbiamo il nostro centro di recupero minori con la ippoterapia. I costi della gestione amministrativa sono diminuiti. Grazie all’intervento di Alessandra Ianni per la sede, i costi sono diminuiti, sosteniamo il costo di una Segretaria, la nostra Laura.

Il nostro impegno e’, come da sempre, ordine, chiarezza e trasparenza: il nostro Tesoriere sarà affiancato da tre soci che riceveranno tutte le informazioni su entrate ed uscite riportando a chi lo vorrà. Penso di aver detto tutto, penso che è ora di dare spazio alle vostre domande e ai vostri suggerimenti.

In calce troverete la mia e-mail ed il mio cellulare dopo di che il Nostro Anno operativo è nelle nostre mani.

Grazie a tutti e Viva il Rotary!